cancelli

Automazione cancelli: modalità di apertura

L’automazione dei cancelli non può prescindere dal loro sistema di apertura,
le tipologie più diffuse sono due: a battente e quelli scorrevoli.

I primi sono caratterizzati da due ante che, proprio come una comune porta, ruotano su un perno e si aprono verso l’interno o l’esterno della proprietà.
I cancelli scorrevoli, invece, la parte mobile scorre su una griglia, fino a lasciare un’apertura adibita al passaggio di veicoli o pedoni.
Viste le loro caratteristiche costruttive, questi ultimi permettono un notevole risparmio di spazio.

Motore, il cuore dell’automazione dei cancelli

Le operazioni di apertura e chiusura dei cancelli automatici sono interamente affidate al motore e alla centralina elettronica di gestione. È questa la spina dorsale di ogni sistema di automazione.
Nella scelta dell’elemento propulsore occorre considerare le singole caratteristiche come: le dimensioni, il peso e la frequenza di apertura per stabilire la potenza dello stesso.
Ecco, quindi, che il motore può essere semplice o doppio, a bracci articolati o a pistoni.

Chi desidera avvalersi dell’automazione dei cancelli, senza tuttavia intaccarne l’estetica originaria dell’ambiente circostante, può scegliere un motore interrato.

  • Centraline di comando multifunzione
  • dispositivi di sicurezza: fotocellule, lampeggiatore, spire magnetiche etc.
  • Dispositivi di apertura: Telecomandi, tastiere, interruttori a chiave etc.

Servizi correlati